martedì 22 novembre 2016

Due progetti contro la dispersione scolastica

L'associazione "Icaro I Care" ha progettato per i ragazzi a rischio dispersione scolastica  o con una frequentazione scolastica caratterizzata da diverse problematiche due diversi progetti, che pur in modalità e contesti diversi hanno lo scopo di offrire un supporto didattico ed emotivo nella frequenza della scuola in particolare per il conseguimento della licenza media. 

Per informazioni per scuole, servizi e famiglie interessate ad approfondire e capire quale dei percorsi può essere il più idoneo al ragazzo interessato è possibile contattare : 
e-mail: direttivo@icaroicare.it 
Elisa Lindner tel 338/3722260

ICARO – SCUOLA PARENTALE

Periodo Progettuale: Novembre 2016 – Luglio 2017
Periodo di Frequenza: Gennaio – Giugno 2017
Ore totali di frequenza: 320h
Destinatari: 13 ragazzi e ragazze a rischio dispersione, che devono sostenere
l'esame conclusivo del primo ciclo di istruzione
Accompagnamento e preparazione all'esame, stimolando gli apprendimenti con attività laboratoriali
e sociali e offrendo sostegno alle famiglie in difficoltà nel percorso di crescita dei figli.

PERCORSI – TUTORAGGIO SCOLASTICO
Periodo Progettuale: Febbraio – Giugno 2017
Periodo di frequenza: Marzo – Giugno 2017
Ore totali di progetto: 60h
Destinatari: ragazzi e ragazze a rischio dispersione scolastica
Incontri a scuola della durata di 12 settimane con frequenza mono-bisettimanale allo scopo
di offrire supporto didattico ed emotivo, stimolando gli apprendimenti con nuove esperienze
e valorizzando le capacità e potenzialità.

Minori a rischio, non solo dispersione scolastica: i dati di Save the Children

Alla presentazione del settimo "Atlante dell'Infanzia (a rischio) "Bambini Supereroi" di "Save the Children" esce una fotografia impietosa del nostro paese.
"La percentuale di giovani tra i 18 e i 24 anni che abbandonano precocemente gli studi, fermandosi alla licenza media, tocca il 14,7%, mentre 1 alunno di 15 anni su 4 non raggiunge le competenze minime in matematica e 1 su 5 in lettura" e "quasi 1 minore su 3 è a rischio povertà ed esclusione sociale e  1 bambino su 20 non possiede giochi a casa o da usare all’aria aperta, mentre più di 1 su 10 non può permettersi di praticare sport o frequentare corsi extrascolastici...

Vai all'articolo completo