domenica 30 settembre 2018

Crescere in Fattoria




Mercoledì 19 settembre sono ricominciate le attività all'Agriturismo Rio delle castagne di S. Giovanni di Querciola (Viano) del progetto "Crescere in fattoria".

Al gruppo dei piccoli si affianca anche quest'anno un gruppo di bimbi e bimbe in educazione parentale con i quali le nostre educatrici fanno attività didattiche ed esperienziali al mattino per supportare i genitori nel percorso formativo dei figli.

Se volete seguire il nostro viaggio tra giochi all'aria aperta, boschi, animali e avventure piratesche, potete accompagnarci attraverso la pagina fb del progetto.

Per info e iscrizioni al progetto: 
Claudia 338 8165825
Daria 333 6549065



domenica 2 settembre 2018

Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi

E' stato un anno di viaggio "a gonfie vele", così intenso e ricco che sul blog... non abbiamo scritto nulla!

Immersi nel lavoro quotidiano con i ragazzi, le famiglie e le scuole ci siamo presi una pausa dal blog per concentrarci su altro.

Tante sono le novità di questi ultimi 12 mesi.


Abbiamo iniziato nuovi progetti, allargando il nostro raggio d'azione oltre il progetto antidispersione scolastica "Icaro...ma non troppo!"  dal quale proveniamo noi soci fondatori dell'Associazione.

Fare antidispersione ha significato, uscire dall'aula Icaro ed entrare nelle case delle famiglie dei ragazzi e delle ragazze che accompagniamo, fare laboratori nelle loro aulee scolastiche assieme ai loro insegnanti, facilitargli l'accesso al mondo del lavoro attraverso attività di volontariato in cooperative e aziende del territorio.

Fare antidispersione ha significato incontrare nuove storie e ascoltare nuovi bisogni. E cercare le risposte. Abbiamo iniziato a lavorare con studenti DSA e bambini e ragazzi con disabilità cognitiva lieve, allo scopo di accompagnarli nel loro percorso scolastico non solo da un punto di vista didattico, ma anche emotivo, orientando e sostenendo loro e le famiglie. Abbiamo cominciato a imparare dai ragazzi in situazione di ritiro sociale e fobia scolare, entrando in punta di piedi nelle loro vite.

Fare antidispersione ha significato conoscere e iniziare a collaborare con Associazioni e realtà di nuovi territori che ci hanno permesso scambio e contaminazione reciproca, realizzazione di progetti e l'inizio concreto di un sogno nel cassetto, quello di una scuola dove i bambini sono liberi di esprimersi e di desiderare, nella quale non ci sono muri ma un mondo da esplorare.

Fare antidispersione ha significato partecipare ai tavoli di lavoro dei Servizi Sociali, orientare la progettazione educativa attraverso il lavoro di rete, partecipare a bandi e progetti in partenariato con altre Associazioni ed Enti del territorio.

Fare antidispersione ha significato interrogarci a lungo sul senso del nostro navigare fino a farci prendere la decisione di cambiare non solo i progetti, ma anche il logo e il blog dell'associazione.
Abbiamo scelto un simbolo che racchiudesse il significato e il fine delle nostre azioni. Ringraziamo Roberta, una mamma-grafico della nostra Associazione per essere riuscita a cogliere quello che con poche parole non si riuscirebbe a raccontare. 

Incrociamo le dita per questo nuovo anno scolastico ormai alle porte, sarà un viaggio ricco e stimolante come sempre!


L’unica regola del viaggio è: 
non tornare come sei partito. 
Torna diverso.
(Anne Carson)


sabato 7 luglio 2018

Progetto "A scuola oltre la scuola" a.s. 2017-18




Anche quest'anno da Marzo a Giugno abbiamo accompagnato al conseguimento della Licenza Media un gruppo composto da 8 studenti e 3 studentesse a rischio dispersione scolastica provenienti dagli Istituti Comprensivi del Comune di Reggio Emilia.





Gli studenti hanno potuto mettersi in gioco in un contesto differente da quello scolastico tradizionale, riuscendo a mostrare le loro reali capacità e portando a termine con successo il percorso intrapreso.








Hanno potuto sperimentarsi in attività orientative e  pre-professionalizzanti attraverso i laboratori all'Ente di Formazione Professionale ENAIP o facendo attività di volontariato in realtà sociali del territorio come il Centro Diurno per Disabili della Coop. Zora o il Progetto Nuovamente della Caritas reggiana.


Il progetto di quest'anno, breve, ma come sempre molto intenso, ha visto la collaborazione della nostra associazione con la Cooperativa Giro del Cielo, una realtà del territorio della zona Rosta Nuova che stimiamo e ammiriamo per il loro quotidiano lavoro con bambini, ragazzi e famiglie del quartiere e della città.


Il progetto è stato possibile grazie al contributo del Comune di Reggio Emilia e quello degli Istituti Comprensivi di provenienza dei ragazzi e delle ragazze.

venerdì 15 dicembre 2017

Progetto "AttivaMente": in viaggio con Icaro


E' cominciato alla scuola secondaria di primo grado dell' Istituto Comprensivo Don Dossetti di Cavriago, il progetto "AttivaMente" che coinvolge gli alunni di 3 classi prime.

Le formatrici della nostra Associazione sono impegnate a realizzare dei laboratori con gli studenti e le studentesse dei gruppi-classe che hanno maggiormente evidenziato il bisogno di avere dei momenti per riflettere sulle loro relazioni ed emozioni.

Gli incontri hanno lo scopo di aiutare i ragazzi e le ragazze a conoscersi sotto altri punti di vista, creare dei momenti di confronto tra pari e fornire ai ragazzi e agli insegnanti strumenti e modalità di ascolto dell'altro.
Favorire la nascita di un ambiente-classe accogliente e non giudicante tra i pari, di accettazione delle diversità è il primo passo per la prevenzione delle dinamiche di bullismo e dei fattori che possono favorire la dispersione e l'esclusione di quegli studenti che presentano maggiori fragilità.

Il progetto prevede anche una formazione per gli insegnanti sul tema della prevenzione della dispersione scolastica, ricercando stili educativi e modalità comunicative che rispondano ai bisogni che emergono dalla relazione tra adulti e ragazzi.

Realizzato grazie a finanziamenti regionali, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato Dar Voce di Reggio Emilia e l'AID, l'Associazione Italiana Dislessia, il progetto sarà poi realizzato presso gli Istituti Comprensivi Pertini1 e Pertini2 di Reggio Emilia, la scuola secondaria di primo grado di Fabbrico e quella di Guastalla.


giovedì 20 aprile 2017

Progetto "A scuola oltre la scuola" a.s. 2016-17


Dall’anno scolastico 1999/2000 l’U.S.P. di Reggio Emilia ha promosso, in accordo con le scuole secondarie di primo grado, sull’intero territorio provinciale, un progetto finalizzato alla realizzazione di azioni di prevenzione della dispersione scolastica e al recupero mirato di situazioni a rischio di abbandono.


Dal 27 febbraio fino a fine giugno 2017, un'equipe di formatori esperti di percorsi di ri-orientamento e didattica speciale sta seguendo un gruppo di 11 ragazzi tra i 14 e i 16 anni, per orientarli e prepararli all'esame di stato conclusivo della scuola secondaria di primo grado.

Gli obiettivi principali del progetto sono i seguenti:
  • Potenziare l’apprendimento sui contenuti minimi ed essenziali per il superamento dell’esame di licenza media.
  • Attivare dinamiche di apprendimento che consentano di potenziare la diversificazione di tempi e ritmi adeguati per ogni allievo.
  • Rimotivare allo studio e quindi al proseguimento di un percorso formativo anche dopo il soddisfacimento dell’obbligo di istruzione.
  • Orientare e accompagnare verso una scelta post-obbligo, favorendo per ogni allievo la formulazione di un progetto su di sé.




Il progetto di quest'anno si svolge con il contributo economico di alcuni Istituti Comprensivi del comune di Reggio Emilia e Officina Educativa, in collaborazione con la Cooperativa Giro del Cielo.







giovedì 12 gennaio 2017

"Crescere e conoscere se stessi nel mondo: la letteratura per l'infanzia e l'adolescenza come strumento didattico e di riflessione educativa


Siamo arrivati al terzo incontro di formazione di Icaro, un incontro aperto a insegnanti, genitori, educatori, artisti e curiosi.
Silvia Sai, curatrice del Blog Galline Volanti, ci parlerà di come introdurre la lettura di libri per bambini e ragazzi nella quotidianità scolastica sia un valore aggiunto che vale la pena approfondire.
È ciò su cui si rifletterà, mostrando le potenzialità delle buone storie, nella didattica ma, forse soprattutto, nei percorsi di conoscenza di se stessi, degli altri e del mondo.

Si parlerà quasi esclusivamente di albi illustrati e di libri senza parole,
offrendo una bibliografia pensata per gli ultimi anni di scuola primaria 
e per i ragazzi della secondaria di primo grado.
Perché le storie non sono solo per i bambini. 

L'incontro è sabato 14/01 dalle 9,30 alle 12,30 in  via Verri, 8 – Reggio Emilia  (zona ex Italghisa)    

INFO e iscrizioni: 338 3722260 – direttivo@icaroicare.it

venerdì 2 dicembre 2016

Formatori in formazione

Al via il programma di auto-formazione per soci e collaboratori di Icaro I Care. Pensati per dare la possibilità di cominciare a conoscere e sperimentare un po' la "barca di Icaro" , in previsione degli avvi di progetto, abbiamo pensato di strutturare la formazione in questo modo: 
Risultati immagini per informal meeting coffee
PRIMO INCONTRO:
giovedì 22 dicembre dalle 15,00 alle 18,00 
"I principi di buona navigazione in Icaro I Care: metodologie e attività per
costruire relazioni educative"
Formatore: Andrea Farioli



SECONDO INCONTRO
sabato 7 gennaio dalle 15,00 alle 18.00 
 "Orientarsi verso la scelta della scuola superiore: competenze di base e
strumenti per stimolare la costruzione di percorsi di scelta più consapevoli"
Formatrice: Anna Colli



Gli incontri sono rivolti a soci e collaboratori